Guide e Video sul Merletto e Tombolo

19 agosto 2016 di Caterina Mezzapelle


Gioielli A Tombolo

Se vi piacciono le arti del merletto e del tombolo potete trovare tantissime guide e video, ma quello che più mi appassiona è che un uomo possa trovare tutto ciò affascinante.

Guardate quanti uomini ricamano e vi renderete conto che ricamo, merletti e tombolo non sono più meramente arti femminili!

Leggi…

Puncetto Valsesiano

12 agosto 2009 di Caterina Mezzapelle


Versante Valsesiano Monte Rosa

Versante Valsesiano Monte Rosa

All’ombra del Monte Rosa, immersa nel verde, vi è una valle incantevole: la Valsesia. Un’oasi di silenzio dove si nasconde un’arte del tutto femminile le cui radici affondano in un prestigioso passato.

Le origini del puncetto valsesiano sono piuttosto misteriose in quanto si intrecciano tra segreti, storie e tradizioni. Si tratta di un’arte tramandata di generazione in generazione all’interno delle mura domestiche. Erano le mamme e le nonne a spiegare oralmente e con esercizi di abilità manuale alle proprie figlie come eseguire il puncetto valsesiano.

Alcuni abitanti raccontano che il ricamo valsesiano sia stato inventato dalle donne dell’omonima valle, altri spiegano che si tratta di una invenzione germanica che arrivò in valsesina con i Walser; altri ancora affermano che si tratta di una tradizione saracena e che sia arrivata in valle durante le occupazioni dei Mori provenienti dalla Spagna.

 

Le donne dell’alta valsesia praticarono per anni e anni merletti a puncetto. Per ben mille anni questi splendidi pizzi furono custoditi gelosamente come simbolo della Valsesia, fino a quando la Regina Margherita di Savoia, durante un soggiorno in Valsesia, ne venne a conoscenza e se ne innamoro’ così tanto che lo impose alla corte, grazie anche alla Marchesa d’Adda. E fu così che il merletto divenne noto in diverse parti d’Italia.

Il nome puncetto viene dal diminutivo della voce dialettale “punc” che vuol dire “punto” da cui “piccolo punto”.

Questo pizzo è particolarmente adatto ad ornare tessuti quindi è usato come bordo per tovagliette, centrini, fazzoletti ma soprattutto in passato ha arricchito paramenti sacri e tradizionali costumi locali.

Il puncetto è caratterizzato da soggetti geometrici e simmetrici. Viene eseguito impiegando una serie di nodi che si effettuano nei due sensi senza girare mai il lavoro e tenendo l’ago con la cruna verso il corpo e la punta verso l’esterno.

Per realizzare questi pizzi occorre molto tempo, tanta pazienza e precisione.

Affinchè i lavoro venga realizzato in maniera perfetta occorre contare tutti i punti e occorre essere molto abili nel saper regolare la tensione del filo, si tratta di un’abilità che si acquisisce con il tempo e sopratutto con la pratica.

Strumenti per Eseguire il Merletto Valsesiano

 

Puncetto Valsesiano

Gli strumenti che occorrono per realizzare il merletto sono ago e filo.

La trina è composta da piccoli nodi che insieme vengono a crere un tessuto compatto nella struttura e resistente nella trama in un gioco di vuoti e pieni che creano disegni geometrici. A differenza di tutti gli altri tipi di ricamo, l’ago si punta dal basso verso l’alto e più fine è il filo, più pregiato è il pizzo.

Questo merletto veniva creato dalle donne per impreziosire il corredo, per i paramenti sacri e come ornamento raffinato dei costumi femminili tradizionali e poteva essere bianco, crème o in vivaci colori.

Ogni paese della valle elaborava un suo disegno tipico, ma poteva accadere che in alcune particolari occasioni le donne ci mettessero tutta la loro creatività per realizzare in gran segreto, come in una sorta di gara, un merletto dal disegno originale con lo scopo di stupire poi, per la loro fantasia, nel giorno di festa.

La notorietà dovuta ai Savoia durò poco: la produzione continuò solo in alta valle finchè, negli ultimi anni, si ripresentò come protagonista nel dare un tocco di classe alle decorazione di tovaglie, fazzoletti, lenzuola, asciugamani, tende e centrini. Recente è l’idea di realizzare un braccialetto in puncetto, tinta unita o colorato, per i giovani.

Nato il nuovo interesse per l’antica trina, sono comparse sul territorio scuole di puncetto per tramandare alle nuove generazioni la tradizionale arte. Inoltre si possono visitare mostre e musei dove vengono esposti i più bei ricami realizzati dalle abili mani delle donne valsesiane.

Questo robustissimo e compatto ricamo si tesse con migliaia di nodi creando disegni simmetrici. E’ anche chiamato “Punto Saraceno”, per le sue presunte origini arabe. Pare infatti che i valsesiani, crociati nelle Guerre Sante, al ritorno dalla Palestina recassero con sé donne saracene che conoscevano il punto e lo diffusero in valle.

Mostra di Merletti e Ricami – Marzo 2008

4 marzo 2008 di Daniele Frulla


Dal 5 all'11 Marzo, l'Assessorato alla cultura in collaborazione con Maddalena Papa Bianchi, organizza  una mostra di pizzi e ricami antichi intitolata: "Un pizzico di storia". La mostra avrà luogo presso la sala Disciplina in Piazza Vittorio Emanuele II a Bedizzole (BS).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Orari: dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 19,00

Per Informazioni: urp@comunebedizzole.it

Aemilia Ars. Dai Vecchi Disegni Ai Nuovi Merletti

di Daniele Frulla


Fino al 30 Marzo,

"Aemilia Ars. Dai vecchi disegni ai nuovi merletti"

la mostra avrà luog presso il Museo Davia Bargellini , in collaborazione con le socie e le insegnanti dell'Associazione culturale "Il punto antico" di San Giovanni in Persiceto.

Orari: da martedì a sabato dall 9,00 alle 14,00 e domenica dalle 9,00 alle 13,00. Chiuso Lunedì e festivi infrasettimanali.

Ingresso gratuito.

 

I Miei Lavori Tutti Fatti A Mano

24 luglio 2007 di Daniele Frulla


Le slide dei miei lavori fatti a mano.

 

 

Spero vi piacciano!!

Se volete potete lasciare un commento.

Fonte: www.arte-ricamo.eu

Ricami e Merletti: in Sicilia

25 giugno 2007 di Daniele Frulla


Sample Image

 

Sample Image

 

 

 Alla Scoperta Delle Tradizioni Artistiche Regionali dell'Arte del Ricamo e dei Merletti

Questo mese saremo in Sicilia: verranno pubblicati mensilmente degli articoli riguardanti le tradizioni dei ricami e merletti nelle varie regioni d’Italia. Un viaggio all’insegna dell’arte e della cultura per riscoprire insieme questa meravigliosa tradizione femminile! 

12′ Mostra di Ricami e Merletti . Bologna. Giugno 2007

30 maggio 2007 di Daniele Frulla


Libro del Punto Antico

Libro del Punto AnticoIl Punto Antico

Dal 15 al 24 Giugno 2007 presso il Chiostro di San Francesco – Piazza Carducci San Giovanni in Persiceto Bologna)

si terrà la

12′ Mostra di Ricami e Merletti

L’Inaugurazione sarà il 15 giugno alle ore 17.00

Orari: tutti i giorni 9,30 – 12,30   15,00 – 18.

venerdì, sabato e domenica l’orario di chiusura sarà posticipato alle ore 23.

Sito Ufficiale: Il Punto Antico

Tel. 051 – 821402

Mostra di Merletti e Ricamo. Modena. Giugno 2007

di Daniele Frulla


DA IERI A OGGI, LA TRADIZIONE CONTINUA

Mostra di ricamo e merletto
fino al 3 giugno 2007 è aperta la mostra
Chiesa del Voto – via Emilia Centro

MODENA

 

I Merletti di Antonilla Cantelli

5 maggio 2007 di Daniele Frulla


Associazione Culturale "I Merletti di Antonilla Cantelli"

Tel (+39) 051 891000

Informazioni: http://www.merlettoitaliano.com/territorio/antonillacantelli.html

 

Associazione Amici del Tombolo – S. Margherita L

di Daniele Frulla


L'Associazione AMICI DEL TOMBOLO di S. Margherita L, organizza corsi di pizzo a Tombolo.

Per informazioni: http://www.amicideltombolo.it

 

1 2

Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812