Guide e Video sul Merletto e Tombolo

19 agosto 2016 di Caterina Mezzapelle


Gioielli A Tombolo

Se vi piacciono le arti del merletto e del tombolo potete trovare tantissime guide e video, ma quello che più mi appassiona è che un uomo possa trovare tutto ciò affascinante.

Guardate quanti uomini ricamano e vi renderete conto che ricamo, merletti e tombolo non sono più meramente arti femminili!

Leggi…

Puntaspilli con Ricamo a Fili Contati

13 agosto 2015 di Caterina Mezzapelle


punta spilli con fiori da ricamare

Se desideri realizzare qualcosa di utile con i punti base di ricamo che hai appreso fino ad ora, ecco per te un’idea semplice e veloce.   Sul sito Needleknowledge ho trovato un punta spilli realizzato nel mese di Maggio per festeggiare i colori della primavera! Per questo lavoro sono stati impiegati i seguenti punti di ricamo a fili contati: il punto croce e il punto lungo.

Il motivo floreale, ricamato con cinque colori diversi, è stato realizzato su tessuto a trama regolare. Puoi utilizzare la tela Aida con 72 quadretti in 10cm di tessuto, il 18 count o lino 14 fili, il colore del tessuto è l’ecru’ ma puoi scegliere un tessuto di un altro colore.

Per il punta spilli sono stati utilizzati filati per ricamo dai colori brillanti come il lampone ed il turchese, ma sei libera di scegliere i colori che desideri ispirandoti magari ai colori dei fiori del tuo giardino. Leggi…

Punti di Rifinitura – Sopraggitto

2 novembre 2010 di Caterina Mezzapelle


Il punto sopraggitto può essere eseguito sia a mano che a macchina e serve per rifinire tovaglie, tovagliette, lenzuola e biancheria per la casa di vario genere. Questo punto di ricamo serve anche per unire insieme due pezzetti di stoffa o i lavori all’uncinetto. Leggi…

Punto Cordoncino

di Caterina Mezzapelle


Punto Cordoncino

Il punto cordoncino è una tecnica utilizzata molto spesso sia nel cucito che nel ricamo per rifinire i bordi di un lavoro sui tessuti come tovaglie, centrotavola, centri e corsie.  Con questo punto di ricamo è possibile contronare disegni e motivi di diverso tipo, si possono applicare merletti all’uncinetto, pizzi a tombolo, macramé e chiacchierino.

Con il punto cordoncino puoi ricamare cifre, scritte augurali e monogrammi ed inoltre si tratta del punto base per realizzare il punto inglese e il punto pisano.

Il cordoncino si esegue in tutti i merletti come il Punto Venezia o l’Aemilia Ars, nel punto Hardanger, nello sfilato siciliano e nel punto a giorno. Leggi…

Punti di Rifinitura – Sopraffilo

di Caterina Mezzapelle


punti di rifinitura sopraffilatura

Il sopraffilo è una tecnica di ricamo utilizzata per contornare per esempio il bordo di una tovaglia, di un servizietto da té o i tovaglioli, in maniera tale che il tessuto non si sfilacci.

Esecuzione

Entrare con l’ago nella stoffa dall’esterno verso l’interno, a 3 o 4 fili. Eseguire i punti in maniera regolare e con una giusta e costante tensione del filo, in modo che il bordo risulti ben teso e non appaiono grinze.

Punto Imbottitura

30 ottobre 2010 di Caterina Mezzapelle


punto pieno

Il punto imbottitura è un punto di riempimento e si utilizza nel ricamo per dare sostegno o risalto a diversi punti di ricamo.

Una volta eseguiti i punti lungo una linea verticale o orizzontale all’interno del disegno, verrà eseguita l’imbottitura costituita da un filo lanciato verticalmente o orizzontalmente lungo tutta la linea che verrà coperta dal punto.

Quando la superficie è più estesa o irregolare, l’imbottitura è costituita da punti filza o da un’imbastitura.

Con il punto imbottitura è possibile eseguire:

Punto Imbastitura

28 ottobre 2010 di Caterina Mezzapelle


imbastitura

imbastitura

Il punto imbastitura è molto utile sia nel ricamo che nel cucito e serve per tracciare il perimetro del lavoro da eseguire sul tessuto, per segnare il centro del lavoro e in caso di lavori molto grandi, per dividere il ricamo in più parti. Si tratta di una cucitura provvisoria infatti al termine del lavoro i punti vengono sfilati dal tessuto.

Questo tipo di punto viene eseguito con un filato colorato diverso dal colore del tessuto poichè è importante evidenziare le parti tracciate sul tessuto.

Esecuzione

Il procedimento per eseguire il punto imbastitura è come il punto filza, ma alternando sempre un punto lungo con un punto corto.

Punto Quadro

7 luglio 2010 di Caterina Mezzapelle


ricamo punto quadro

ricamo punto quadro

Il punto quadro è  un punto di ricamo che serve per rifinire la biancheria ricamata a mano come tovaglie da tavola, tovagliette e servizietti individuali.

Questo punto di ricamo si esegue sfilando un filo di tessuto, saltandone 5 o 6 e togliendone un secondo. Si esegue sul diritto del lavoro e da destra verso sinistra. Con un punto orizzontale prendete 5 fili di tessuto nella parte della sfilatura superiore.

ricamo punto quadro_01

 

Passate l’ago sul rovescio del lavoro obliquamente verso sinistra e fatelo uscire nella sfilatura inferiore, saltando sempre 5 fili di tessuto nella parte della sfilatura superiore.

ricamo punto quadro_02

 

Passate l’ago sul rovescio del lavoro obliquamente verso sinistra e fatelo uscire nella sfilatura inferiore, saltando sempre 5 fili di tessuto nella parte.

ricamo punto quadro_03

Eseguite ancora un punto orizzontale indietro, prendendo sempre 5 fili di tessuto e ripetete sempre, dal primo movimento al terzo, il lavoro tante volte per quanto esigerà la lunghezza della bordura.

Punto Parigi

di Caterina Mezzapelle


ricamo punto parigi

ricamo punto parigi

Come rifinire un ricamo? Quale punto utilizzare? Credo che eseguire delicati punti di ricamo lungo il bordo di un lavoro sia molto importante. Rifinire bene il bordo di un ricamo significa non solo impreziosire e dare un tocco di eleganza al manufatto ma anche definire il design. Inoltre dal punto di vista strutturale è indispensabile!

Rcordati primadi cominciare di fermare bene la trama lungo i bordi per rassicurare il tessuto da eventuali sfilacciature.

Giorni fa ho notato, a casa di una mia amica, un’elegante tovaglietta da tavola ben rifinita lungo i bordi. Ho subito pensato che si trattava  di una rifinitura molto elaborata ma osservando attentamente i punti di ricamo impiegati ho capito che non era così difficile, non era altro che un semplice punto quadro e un orlo a giorno.

Esistono diversi tipi di punti di ricamo utili per rifinire i lavori, quì di seguito troverai alcune informazioni utili che ti aiuteranno a comprendere come eseguire i punti di finitura e quali tecniche utilizzare.

Le Frange

Dovrai prima di tutto individuare la lunghezza delle frange che desideri creare e definire il punto in cui iniziare ad eseguire la bordura di finitura. Una volta terminato il lavoro di finitura potrai sfilare i fili del tessuto creando così le frange.

Come Eseguire il Punto Parigi

 

ricamare il punto parigi

Iniziamo con la tecnica di base più semplice per rifinire un ricamo: il punto Parigi. Questo punto di ricamo è ideale per rifinire le tovagliette da té, i servizietti individuali e le corsie in tela Aida, Juta o Canapone e altri tipi di tessuto per ricamo. Si esegue intorno ai bordi del tessuto, si lavora da destra verso sinistra prendendo 3 o 4 fili di tessuto orizzontalmente e legandoli con un’impuntura.

Uscire con l’ago obliquamente di 3 o 4 fili verso sinistra, 4 fili sopra al punto orizzontale appena eseguito.

Continuare eseguendo nuovamente un punto orizzontale e proseguire sempre allo stesso modo.

Per creare le frange dovrai rimuovere i fili del tessuto esterni al punto parigi.

Il risultato sarà quello di un morbido bordo con un design molto leggero.

Altri punti di FInitura

Come Eseguire il Punto a Giorno

18 giugno 2010 di Caterina Mezzapelle


punti_agiorno

punto a giorno

Le sfilature creano sul tessuto un gioco di trasparenze e di eleganza specie se eseguite  su un lavoro con ricamo bianco su bianco. Si eseguono in verticale e orizzontale ed è possibile creare elaborate esecuzioni. Il tessuto su cui lavorare deve essere a trama regolare e non troppo compatta in maniera tale da permettere una facile sfilatura.

Occorre prima di tutto sfilare il tessuto. Spesso il numero di fili da togliere cambia a seconda del tipo di stoffa utilizzato ed il modello di sfilato da eseguire. Se hai scelto un tessuto molto fine occorrerà togliere pochi fili, se invece hai deciso di realizzare una sfilatura più elaborata occorrerà togliere un numero maggiore di fili.

Una volta tolti i fili dal tessuto dovrai piegare l’orlo sopra la sfilatura.

Lo sfilato si esegue sul rovescio del lavoro procedendo da sinistra verso destra. Prendi 2 o 4 fili della sfilatura con l’ago rivolto verso sinistra. Tira il filo e fissa il punto prendendo 2 fili alla base.

Il punto a giorno doppio o triplo si ottiene sfilando file parallele di trama: 3 fili tolti, 2 lasciati; 3 tolti e così via. Si eseguono poi i punti a giorno semplice su ogni riga sfilata.

Il punto a giorno a colonnette: sfilare 3 o più fili dal tessuto. Eseguire il punto a giorno semplice, poi girare il lavoro ed eseguire un’altra fila di punto a giorno semplice, prendendo esattamente gli stessi fili di prima.

Il punto a giorno a zig-zag: sfilare dal tessuto 3 o più fili. Eseguire il punto a giorno semplice, prendendo ogni volta un numero pari di fili. Voltare il lavoro, eseguire il primo punto a giorno prendendo metà dei fili del punto a giorno superiore e proseguire prendendo sempre metà dei fili della colonnetta precedente e metà di quella successiva.

1 2 3 6

Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812