10 Buoni Motivi per Iniziare a Ricamare a Punto Croce

di Caterina Mezzapelle


 iniziare a ricamare

Ti senti stanco ed annoiato? Pensi che ogni giorno della tua vita passa e non stai facendo nulla di significativo? E’ arrivato il momento di prendere un ago.
Non ti preoccupare non ha niente a che fare con quello che pensi, non si tratta di agopunture o iniezioni paurose. Si tratta più o meno di un hobby con un interessante elenco di elementi terapeutici che se applicati quotidianamente porteranno a migliorare la tua personalità.

Qui di seguito ci sono i primi dieci motivi per cui credo sia importante cominciare subito a ricamare a punto croce!

1. Un Ottimo Modo per Concentrarsi

 focalizza

Hai mai visto un tessuto a punto croce?

Quei quadrati sono così piccoli che se non guardi quello che fai rischi di pungerti le dita. E’ da molti anni che ricamo a punto croce e ancora oggi mi succede di pungermi con l’ago ma so che potro’ fare di meglio col passare del tempo.

Impara a conoscere di volta in volta dove posizionare le dita e ciò ti porterà ad aumentare il livello di concentrazione e di messa a fuoco.

 

2. Impara l’Arte della Pazienza

tempo

Ho impiegato tantissimi punti di ricamo sulla tela e dopo ore mi rendo conto che qualcosa non va!

Eh si…questo lato doveva essere alto dieci quadratini e stranamente , manca un quadratino.

Cosa? Ho contato male i quadrati?

Occorre disfare tutto!

Ho disfatto così tanti punti e avrei voluto tagliare i fili e mollare tutto ma poi ho pensato ad una delle regole fondamentali del punto croce:

“Ciò che puo’ essere cucito può essere scucito”

Ci vuole forza e pazienza per poter disfare tutto e andare avanti, vedrai che con il passare dei giorni sarai molto più paziente e attento.

 

3. Impara a Nascondere un Errore.

 errore

Ricordi quando tua madre urlava contro di te mentre puliva la tua stanza, perchè avevi nascosto la polvere sotto il tappeto o avevi ammonticchiato tutti i tuoi giocattoli dentro l’armadio? Il punto croce è qualcosa di simile.

Ti capiterà spesso di mostrare ai tuoi amici il ricamo che hai appena finito e ti sentirai dire: Ooh Aah Che bel disegno!

Visto che sei un principiante ciò che farai sarà sicuramente quello di non far vedere il lato posteriore del lavoro, evitando così di mostrare alcuni nodi e fili tagliati male. Oppure se si tratta di un quadretto preferirai mostrare il lavoro ai tuoi amici soltanto quando il ricamo sarà incorniciato.

Beh, quello che la gente non sa, non fa male vero?

4. Impara a Non Mettere fuori Posto Oggetti Appuntiti

 aghi e spille

Questo è ciò che accade alle ricamatrici che non conservano i loro aghi negli appositi punta spilli o all’interno dei portalavoro. E questo è anche il motivo per cui gli aghi si trovano in commercio in una confezione da sei piuttosto che singolarmente. I produttori sanno che all’interno di un progetto a punto a croce esistono più probabilità che una ricamatrice possa dimenticare il proprio ago chissà dove

Fai molta attenzione a non dimenticare l’ago sul divano perchè sono guai!

5. Impara la Matematica

 impara la matematica

Quanti fili occorrono per ricamare a punto croce? Sei o due?

Sì, bisogna contare i fili, contare i quadratini del tessuto, contare le crocette, calcolare la metà del lavoro e prima di cominciare una nuova gugliata devi ricordarti ciò che hai fatto precedentemente, partendo sempre da sinistra verso destra. Hai capito adesso a cosa serve andare a scuola?

La matematica è tutta intorno a noi. Se desideri che i tuoi bambini imparino la matematica, proponi loro il punto croce.

6. Impara ad essere Intraprendente

 intraprendente

Quando stai per finire il progetto a punto croce, e ti accorgi che ti è rimasto soltanto un filo di quel colore, cosa fai? Non ti occorre tanto. Dimentica innanzitutto di acquistare un’ altra matassina.

Tutto quello che devrai fare è dare un’occhiata a tutti i fili che hai conservato nei progetti precedenti e trovare il colore più vicino al filo mancante.

Ho fatto presente un sacco di volte questo ma nessuno è mai stato così saggio. Ciò comporta avere anche un buon occhio, perchè devi essere in grado di trovare il colore corrispondente più vicino. Non pensare di sostituire il rosa al verde!

7. Migliora a Mantenere la Memoria Lucida

 memoria

Quando ricami a punto croce, devi guardare il grafico, ricordarti quanti quadratini ricamare e dove posizionarli, parliamo quindi di Memory Retention. Se manchi di questo, dovrai fare riferimento alla tabella ogni 5 secondi, proverai stanchezza e un male al collo per colpa dei movimenti così assidui.

Quando ho iniziato il punto croce, ho messo in evidenza tutti  i quadrati che dovevo ricamare con dei perfili a punto scritto. Adesso continuo a farlo, ma solo dopo aver ricamato delle grandi aree.

vedrai che con un po’ di pratica la tua memoria continuerà a migliorare e questo è fantastico!

Presto, tutto quello che vedrai attorno a te saranno quadrati. Scherzavo…ho mischiato un po di ‘Matrix” 🙂

8. Migliora la Tua Capacità di Organizzazione e Le Prospettive per il Futuro

 idee innovative

Quando ti trovi a metà del progetto pensi:

9. Risparmiare Soldi per i Regali

 salvadanaio

Non appena avrai imparato a ricamare a punto croce ti verrà voglia di creare progetti più complessi fino a volerli regalare ai tuoi amici e parenti. Oltre ad assere un modo per condividere la tua passione con gli altri è anche un dono che sicuramente verrà apprezzato e accettato più di un regalo acquistato in un qualsiasi negozio.

10. Impara a Raggiungere Risultati Soddisfacenti

risultati

Quanta soddisfazione che si prova ogni volta che si porta a termine un ricamo a punto croce. Non importa se si tratta del mio primo, secondo o ventesimo ricamo a punto a croce.

Ogni volta che esegui l’ultimo punto di ricamo si prova un’emozione davvero forte, prendi un respiro profondo, guardi e dici: Wow ci sono riuscita!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812