Costruire Il Presepe

di Caterina Mezzapelle


la natività

Uno degli elementi centrali del Santo Natale è la rappresentazione della Natività attraverso la creazione del Presepe.

Sono davvero tanti i modi per creare il presepe poichè gli uomini, attraverso diversi materiali,  riscono da sempre ad esprimere tanta creatività.

Pensiamo agli artisti, pittori e scultori che per secoli hanno rappresentato con i loro meravigliosi capolavori questo splendido evento.

Basta infatti visitare le nostre città o andare a trovare  i nostri parenti durante le festività natalizie e ci accorgiamo come sono diversi i nostri Presepi.

Quì di seguito troverete dei consigli utili per realizzare il vostro presepe, la Narrazione della Natività secondo il Vangelo di Matteo e qualche breve cenno sulla nascita del Presepe, alcuni video ed immagini su come realizzare e rappresentare il Santo Natale utilizzando diverse tecniche.

Presepe a Punto Croce:

Se volete ricamare un piccolo presepe a punto croce vi consiglio di visitare la pagina di Nonsolopuntocroce. Nella sezione dedicata al Natale troverete uno schema a punto croce di un presepe davvero semplice e originale.

Immagini Gratuite Natalizie

Navidaddigital è un sito spagnolo dove troverete alcune immagini molto semplici con personaggi del presepe da colorare e ritagliare per costruire un bel presepe di carta.

Pekegifs ci permette di scaricare gratuitamente delle immagini natalizie colorate e in bianco e nero. Molto bella è l’immagine della Natività da personalizzare con i diversi tipi di colore che volete per personalizzare le vostre cartoline Natalizie o creare dei segnaposto.

Dal Vangelo Di MATTEO: La Natività

1:18  Ecco come è nato Gesù Cristo. Maria, sua madre, era fidanzata con Giuseppe; essi non vivevano ancora assieme, ma lo Spirito Santo agì in Maria ed ella si trovò incinta.
1:19 Ormai Giuseppe stava per sposarla. Egli voleva fare ciò che era giusto, ma non voleva denunciarla di fronte a tutti. Allora decise di rompere il fidanzamento, senza dir niente a nessuno.
1:20 Ci stava ancora pensando, quando una notte in sogno gli apparve un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, discendente di Davide, non devi aver paura di sposare Maria, la tua fidanzata: il bambino che lei aspetta è opera dello Spirito Santo.
1:21 Maria partorirà un figlio e tu gli metterai nome Gesù, perché egli salverà il suo popolo da tutti i peccati».
1:22 E così si avverò quello che il Signore aveva detto per mezzo del profeta Isaia:
1:23 Ecco, la vergine sarà incinta partorirà un figlio ed egli sarà chiamato Emmanuele. Questo nome significa: «Dio è con noi».
1:24 Quando Giuseppe si svegliò, fece come l’angelo di Dio gli aveva ordinato e prese Maria in casa sua.
1:25 E senza che avessero avuto fin’allora rapporti matrimoniali, Maria partorì il bambino e Giuseppe gli mise nome Gesù.
2:1 Gesù nacque a Betlemme, una città nella regione della Giudea, al tempo del re Erode. Dopo la sua nascita, arrivarono a Gerusalemme alcuni uomini sapienti che venivano dall’oriente
2:2 e domandarono: «Dove si trova quel bambino, nato da poco, il re dei giudei? In oriente abbiamo visto apparire la sua stella e siamo venuti qui per onorarlo».
2:3 Queste parole misero in agitazione tutti gli abitanti di Gerusalemme, e specialmente il re Erode. Il quale appena lo seppe,
2:4 radunò tutti i capi dei sacerdoti e i maestri della legge e domandò: «In quale luogo deve nascere il Messia?».
2:5 Essi risposero: «A Betlemme, nella regione della Giudea, perché nella Bibbia è scritto:
2:6 Tu Betlemme, del paese di Giudea, non sei certo la meno importante tra le città della Giudea, perché da te uscirà un capo che guiderà il mio popolo, Israele».
2:7 Allora il re Erode chiamò in segreto quei sapienti venuti da lontano e si fece dire, con esattezza, quando era apparsa la stella.
2:8 Poi li mandò a Betlemme dicendo: «Andate e cercate con ogni cura il bambino. Quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, così anch’io andrò a onorarlo».
2:9 Ricevute queste istruzioni da parte del re, essi partirono. In viaggio, apparve ancora a quei sapienti la stella che avevano visto in oriente,
2:10 ed essi furono pieni di grandissima gioia. La stella si muoveva davanti a loro fino a quando non arrivò sopra la casa dove si trovava il bambino: là si fermò.
2:11 Essi entrarono in quella casa e videro il bambino e sua madre, Maria. Si inginocchiarono e adorarono il bambino. Poi aprirono i bagagli e gli offrirono regali: oro, incenso e mirra.
Fonte: www.vatican.va

Il Presepe

Il termine presepe deriva dal latino praesaepe, cioè greppia, mangiatoia, composto da prae = innanzi e saepes = recinto, ovvero luogo che ha davanti un recinto.

Nel significato comune il presepe indica la scena della nascita di Cristo.

La tradizione, tutta italiana, del Presepe risale all’epoca di San Francesco d’Assisi che nel 1223 realizzò a Greccio la prima rappresentazione vivente della Natività.

Sebbene esistessero anche precedentemente immagini e rappresentazioni della nascita del Cristo, queste non erano altro che “sacre rappresentazioni” delle varie liturgie celebrate nel periodo medievale.

Fonte: Wikipedia

Come L’Arte e La Creatività Rappresentano Il Santo Natale

 

Creare il presepe con stoffa e fili colorati: un’interessante rappresentazione del presepe creata con la tecnica del Quilt con una narrazione in Inglese ed una Canzone Natalizia davvero originale.

Oltre ai presepi viventi in Sicilia vengono creati dei presepi artigianali:

Presepe In Spagna (Belen)

Il presepe fatto di carta con la tecnica dell’Origami

Un artsita ha creato sul pavimento di una piazza a Madrid un presepe tridimensionale utilizzando colori a tempera e la tecnica della prospettiva.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812