Punto Nodini – Tecnica del Candlewicking

4 Novembre 2007 di Caterina Mezzapelle


La nascita di una nuova città porta con se diverse persone – ognuno delle quali può trarre il meglio di sé per costruire una civilizzazione. Il Candlewicking è nato proprio da queste persone. Quando l’America era aperta ai nuovi coloni, intere famiglie si trasferirono verso ovest. Il problema era che portarono con se soltanto ciò che potevano mettere nelle proprie carrozze. Ciò significava che potevano portare soltanto le cose strettamente necessarie.

Le ricamatrici, una volta stabilite nella nuova terra, non potevano di certo permettersi lussi come ottimi tessuti da ricamo e magnifiche sete,  infatti si accontentavano di quello che avevano.

In molti casi, i materiali utilizzati erano il calico o il canovaccio e uno stoppino. E così – nacque un nuovo stile di ricamo: il Candlewicking.
punto nodini

Le immagini da ricamo venivano trasferiti direttamente sul tessuto – utilizzando spesso la carbonella o una matita – in seguito la ricamatrice utilizzava come filato  lo stoppino per ricamare.Questa tecnica dal tono bianco su bianco diede origine al nome Candlewicking – il tono di colori è ancora oggi rimasto invariato.La caccia all’Oro in Australia trascinò uomini e donne lungo le rive americane, e queste signore portarono con se la loro tecnica di ricamo – mostrando, trasmettendo e condividendo con grande entusiasmo il Candlewicking.Tecnica ed Esecuzione: ci sono 2 punti fondamentali usati nel Candlewicking – un punto nodini chiamato anche Colonial Knot (nodo Coloniale) ed il punto impuntura.

Il Punto Nodini è anche chiamato figure of 8 knot (nodo a forma di 8) dovuto alla forma del nodo.

A differenza del Nodo Francese che è avvolto intorno all’ago per essere poi portato attraverso il tessuto, il nodo Coloniale avvolge intorno all’ago un nodo a forma di 8 (da lì proviene l’altro nome).

Assicuratevi quando avete finito di avvolgere il filo intorno all’ago di  inserire l’ago di nuovo nel tessuto per chiudere il punto, se possibile da dove è uscito (ma non nello stesso foro)- esattamente come fate quando eseguite il Nodo Francese.

Il punto impuntura semplice  è l’altro punto utilizzato – potete usare anche il punto erba, il punto spaccato, o qualunque altro punto che faccia parte della categoria dei punti lineari.

Le ricamatrici moderne utilizzano molto gli stessi materiali delle antiche ricamatrici di Candlewicking.

Lo stoppino è facilmente disponibile nei negozi di arte, comunque molte ricamatrici preferiscono utilizzare il cotone da ricamo o cotoni che si utilizzano per lavorare a maglia o all’uncinetto.  Anche il filato Perlè è molto buono.

Sebbene tradizionalmente, il Candlewicking era un ricamo eseguito bianco su bianco, oggi le ricamatrici utilizzano dei filati colorati per dare un  tocco distintivo al loro lavoro – comunque il colore principale è bianco su bianco, mentre gli altri colori vengono utilizzati soltanto per renderli originali.

Un’altra tendenza molto moderna è quella di combinare il Candlewicking con il Ricamo Crewel (Crewel Embroidery ).

Adesso non ti rimane che cimentarti in questa antichissima tecnica di ricamo coloniale.

Schemi Ricamo Punto Nodini: Cuore Alfabeto, Stella .

Fonte: www.arte-ricamo.eu


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Copyright di Caterina Mezzapelle Part. I.V.A. 02413940814 - R.E.A. 191812